Stampa

PIANDARCA, LA PREDICA AGLI UCCELLI, LA NASCITA DELL'OFS

Di Ottaviano Turrioni *

 

A circa tre chilometri dal centro di Cannara, andando verso Bevagna per un sentiero in mezzo ai campi in cui scorre il torrente "Formella", si stende un vasto pianoro detto Piandarca. Il toponimo è assai antico, d'origine medievale, seppure scritto nei documenti con grafie diverse: Planus Arche, Pian d'Arca, Piandarcha, Pia dell'Arca, Piandarco, Piandarca). La sua particolarità sta nel fatto che un giorno San Francesco, accompagnato da fra' Angelo e da fra' Masseo, percorrendo questo sentiero  mentre si allontanava dal castello di Cannara, ad un certo punto

 

levò gli occhi e vide alquanti arbori allato alla via, in su' quali era quasi infinita moltitudine d'uccelli; di che santo Francesco si maravigliò e disse a' compagni: "Voi m'aspetterete qui nella via, e io andrò a predicare alle mie sirocchie uccelli. E entrò nel campo, e cominciò a predicare agli uccelli…" (Fioretti, cap. XVI)

 

E' l'inizio del celebre episodio, uno dei più famosi della vita del Santo, divenuto idillio dell'armonia con la natura e canto dell'umiltà, della mansuetudine, della fratellanza universale.

Ancor oggi questo luogo è incontaminato, la mano pesante dell’uomo mai è intervenuta a modificarlo: i suoi campi sono coltivati, qua e là delimitati da macchie verdi di grandi annose querce e la visuale all'orizzonte è libera su colline, paesi e città che fanno da contorno, da Assisi a Spello, da Perugia a Bettona, dal monte Subasio alle propaggini dei monti Martani.

 

San Francesco si era da poco allontanato dal castello di Cannara, dove aveva predicato a quella popolazione con tale fervore che tutti, uomini e donne, volevano seguirlo per abbracciare il suo stile di vita. Ma il Santo disse loro:

 

"Non abbiate fretta e non vi partite, e io ordinerò quello che voi dobbiate fare per salute dell'anime vostre". E allora pensò di fare il terzo Ordine, per universale salute di tutti.

(Fioretti, cap. XVI)

 

Per far memoria dei due avvenimenti, ogni anno la Fraternità OFS di Cannara promuove una processione lungo il sentiero della Predica, cinque domeniche dopo la Pasqua, seguendo l'indicazione scritta in documento del 1645 che si conserva nell'Archivio Parrocchiale. Vi partecipano l'OFS regionale, varie Fraternità dell'Umbria, le Confraternite locali, autorità religiose, civili e molta parte di popolo. La processione, dopo aver fatto sosta dinanzi al masso che ricorda l'evento, termina davanti all'Edicola di Piandarca, fatta erigere nel 1926 da una famiglia del luogo per grazia ricevuta; qui viene celebrata la Messa, che negli ultimi anni è stata officiata da vescovi umbri e da custodi del Sacro Convento.

*Ministro della Fraternità

di  Cannara

1.  Inizio del sentiero della Predica agli uccelli.Sullo sfondo Assisi.JPG2. Il paesaggio.JPG3. Sul luogo della Predica. Il masso a ricordo.JPG4. Lungo il sentiero.JPG5. S. Messa all Edicola di Piandarca. Nella foto il Vescovo Mons. Bartolucci Segretario Generale delle Cause dei Santi. maggio 2011.JPG6. S.Messa allEdicola giugno 2014 con p. Mauro Gambetti custode del Sacro Convento.  Una colomba si  posata sulle mani di p. Charles economo del Sacro Convento.JPG7. Mons. Domenico Sorrentino vescovo di Assisi celebra la Messa allEdicolaMaggio 2008.jpg