Il Notiziario

Stampa

Pre-capitolare Santa Maria degli angeli

Scritto da Il Consiglio Regionale.

Il Ministro Regionale, dopo il saluto di benvenuto, illustra brevemente il motivo dei due incontri pre-capitolari articolati in questa prima giornata , a cui sono stati invitati tutti i Consigli delle Fraternità locali, ed in quella programmata per il 27 maggio.

 

Si è prossimi al Capitolo elettivo del Consiglio regionale, in calendario per il 16 e 17 giugno 2018 e si vuole, con questi incontri in particolare, ricordare il ruolo del Consiglio e i ruoli di ogni singolo incaricato.
Si chiede inoltre, un contributo “creativo” incentrato sul rapporto fraternità locali e regionale.                                      Ognuno è chiamato ad indicare come il Consiglio Regionale può aiutare la fraternità locale a crescere.

Il vice- Ministro, Luciano Liotta, relaziona dei compiti e ruoli di una Fraternità Regionale.

Un senso a questi incontri esordisce il vice Ministro, è quello di agevolare le disponibilità e favorire la scelta delle persone che
potrebbero costituire il nuovo Consiglio. Lo scopo ultimo è quello di individuare insieme persone disponibili a questo servizio.
Incoraggia quindi gli indecisi, ricordando che si impara facendo e con l’aiuto dei fratelli; inoltre si può trovare aiuto nello Statuto e nelle Costituzioni Generali, non tralasciando la PREGHIERA. A tal proposito cita il Salmo 132 “ Ecco quanto è buono e soave che i fratelli vivano insieme “ “…. Là il Signore dona la benedizione e la vita per sempre..” affermando, quindi, che Vivere da fratelli è una benedizione del Signore.
E’ il clima giusto per fare bene ogni cosa, mirando al bene comune della Fraternità.
Una Fraternità che testimonia la concordia, l’amicizia, che si vive tra fratelli, diventa un modello laddove si vivono tensioni,
conflitti, gelosie….
Illustra, quindi i vari compiti del Consiglio sottolineando l’importanza di raccoglie le esigenze delle Fraternità locali, di costruire relazioni fraterne, ed, infine, di essere facilitatori di relazione.
Il vice-Ministro passa, quindi, in rassegna i vari Uffici della Fraternità Regionale spiegandone i compiti come scritto nello Statuto e nelle Costituzioni. Particolare attenzione è stata posta sui “compiti” del Responsabile dell’ Evangelizzazione e Presenza nel Mondo (E.P.M.)

Riportando il passo del Vangelo di Matteo ( 20,6 ) il relatore invita a non restare “oziosi” ma ad accogliere la chiamata di andare a lavorare nella Sua vigna per ricevere i frutti succulenti che Lui ci ha promessi.
Con l’invocazione al Signore di guarire la nostra incredulità termina la relazione sui ruoli e compiti nella Fraternità Regionale.
Prende quindi la parola il Ministro per presentare gli Ambiti in cui si è operato in questo triennio:

• Formazione iniziale e permanente: contenuti, modalità,
scuola di formazione (regionale, zonale)
I contenuti sono stati preparati, presentati in diversi incontri e
messi a disposizione di tutte le Fraternità locali. Sono anche
disponibili nel Sito «OFS Umbria» ed in occasione della
ristrutturazione del sito saranno resi ancora di più facile
consultazione.
Il 20 gennaio si è svolto un primo incontro rivolto ai formatori e
si intende proseguire con una seconda giornata il 24 marzo per
costituire la “Scuola regionale di formazione per formatori”
• Relazione tra consiglio regionale e fraternità locali e tra le
varie fraternità locali tra loro (n. 31 fraternità attive su 35
canonicamente erette). Sono state svolte:

a. Assemblee con i ministri e consiglieri

b. Visite fraterne e pastorali
c. Giornate di fraternità in occasione di momenti
liturgici forti, giornate OFS-Gi.Fra- Araldini

  

• Relazione con gli Assistenti spirituali
Si è cercato di favorire la collaborazione con gli Assistenti a vari livelli:
1. Fraterno, con la vicinanza, amicizia, conoscenza e
sostegno reciproco nel cammino di fede, nella
testimonianza di vita.
2. Testimonianza reciproca, come santità personale che si
fa dono e stimolo ai fratelli e sorelle.
3. Pastorale: collaborare, ciascuno secondo i propri doni,
nell’attività di evangelizzazione, sia in Parrocchia, sia
nelle missioni.
• Evangelizzazione e Presenza nel Mondo: grado di apertura
al servizio da parte dell’Ordine nella Chiesa e nella società.
Servizi svolti:
 Collaborazione con l’Associazione “Fratelli e possibile” e
in continuazione a ciò che era già stato iniziato dal
consiglio precedente sono state create possibilità
lavorative in ambito edile e agricolo. Micro progetti che
ancora oggi vanno avanti e continuano ad allargarsi
creando sempre più occasioni lavorative in sinergia con
gli enti locali.;

 

 La vita come dono: collaboriamo ogni anno
all’organizzare della veglia di preghiera per la vita che si
svolge il 25 marzo;

 
 Famiglia in difficoltà: in sinergia con associazioni del
territorio veniamo spesso coinvolti su casi bisognosi.
Almeno in due occasioni abbiamo aiutato con erogazioni
due famiglie in difficoltà;

 
 Aiuti straordinari a causa del sisma a monasteri e
famiglie in difficoltà. Siamo intervenuti con aiuti
economici verso un convento di suore cappuccine di
Fermo e una famiglia con 3 bambini;
 
 Collaborazione alla realizzazione del Progetto
“Piandarca”
 A breve si procederà alla riorganizzazione del Sito WEB
“OFS Umbria”, per renderlo più fruibile e di maggiore
utilità per le Fraternità locali e per chi vuole conoscere
L’OFS.
 Valorizzazione della preziosa Reliquia di Santa Angela
che il Vescovo di Foligno, Gualtiero Sigismondi, ha
donato per la Sede OFS di Cannara nel 2009 (sarà
realizzata una teca in cui esporre il reliquario e un
dipinto di Santa Angela a cura di Angelo Ruggeri, un
fratello della Fraternità OFS di Rivotorto).
 
Dopo la presentazione degli “Ambiti d’intervento” I partecipanti vengono divisi in 5 gruppi per dare la possibilità a tutti di esprimersi sulle tre domande proposte:

1. Cosa in questo triennio si è fatto di utile per sviluppare
questi ambiti?
• Formazione iniziale e permanente
• Relazione tra consiglio regionale e fraternità locali e tra le
varie fraternità locali tra loro
•  Relazione con gli assistenti spirituali 
• Evangelizzazione e Presenza nel Mondo

2. Cosa ci sarebbe da migliorare?
 
3. Hai qualche suggerimento?

I risultati dei lavori di gruppo sono stati restituiti all’Assemblea nel pomeriggio e sono in corso di elaborazione per essere ripresi e ragionati nella giornata del 27 maggio prossimo.

Durante la Celebrazione Eucaristica, che ha concluso la giornata, è stata letta la Preghiera per il Capitolo che la sorella della Gi.Fra., Giorgia Assunti, ha voluto donare a tutto l’OFS regionale (Link alla preghiera)